Le cucine minimali sono una delle ultime tendenze del design contemporaneo.

Cucine minimali. Sono loro le grandi protagoniste nell’interior design oggi. Una tendenza che ha conosciuto una vera accelerazione nell’ultimo anno, dove le ricerche della keyword “cucina moderna minimalista” sono cresciute del 115%.
In cucina, così come nel resto della casa c’è un ritorno al minimalismo . Perché lo stile minimal gode di grande popolarità in tutti gli interni e non solo per motivi estetici. In un periodo storico complicato come quello che stiamo vivendo, cresce il bisogno di rallentare e semplificare. Per ritrovare nelle nostre case quella sensazione di ordine e di quiete che ci è venuta a mancare all’esterno.

Cosa caratterizza le cucine minimali

Le caratteristiche che definiscono le cucine minimali sono linee pulite, colori neutri, materiali di qualità, cura dei dettagli, massima funzionalità. Come dicevamo, il minimalismo in cucina si concentra infatti solo su ciò che è davvero necessario, progettandolo però nel migliore dei modi.
Versatili ed eleganti, le cucine minimali sono l’ideale negli open space per creare continuità con il living. Le loro forme essenziali si integrano alla perfezione con il soggiorno e donano agli interni una sensazione di leggerezza.
Ma vediamo in dettaglio cosa caratterizza una cucina minimale e perché dovremmo sceglierla.

Le cucine minimali hanno linee pulite ed essenziali

Le cucine minimali sono caratterizzate da linee semplici e pulite. Le ante tendono ad essere lisce e uniformi, preferibilmente con maniglie invisibili: incassate o a gola. I lavabi e i fuochi sono integrati nel top, così da essere meno “visibili”. Le cucine diventano monoblocchi scultorei per adattarsi meglio allo stile degli arredi.

Gli elettrodomestici vengono nascosti dietro ante o dentro apposite armadiature. Tutto è progettato per diventare quasi invisibile e fondersi così con il living.
Un total look che interpreta molto bene le esigenze dell’abitare contemporaneo, dove i confini tra gli ambienti sono sempre più flessibili.

Le cucine minimali puntano tutto sui materiali

Minimale non è sinonimo di freddo e anonimo. In una cucina dalle linee essenziali sono i materiali i veri protagonisti. Materiali tattili, resistenti e performanti, pensati per una cucina al di fuori delle mode.
Come ad esempio l’acciaio inox, il materiale di elezione delle cucine in stile industriale, con cui lo stile minimale condivide il rifiuto per qualsiasi aggiunta decorativa.
L’acciaio inox è una lega metallica liscia e riflettente, dal carattere forte e deciso, ideale per dare personalità a una cucina dall’estetica minimale. L’acciaio inox è, inoltre, un materiale estremamente resistente agli urti e alle temperature elevate. Dunque la scelta perfetta per chi cerca una cucina che possa superare la prova del tempo.

Le cucine minimali sono facili da pulire

Ultimo ma non meno importante, le cucine dallo stile minimal sono più facili da pulire e igienizzare. Un aspetto fondamentale in qualsiasi cucina, ma che in tempi di pandemia è diventato ancora più importante. Le forme lineari e la totale assenza di fughe delle cucine minimali riducono, infatti, l’annidarsi di sporco e batteri, garantendo così la massima igiene e pulizia in cucina.

Contact Design il tuo negozio di arredamento a Roma

Non aspettare ancora e rivolgiti a Contact Design per scegiere una cucina minimal e realizzare la cucina dei tuoi sogni. Contattaci inviando una mail a info@contactdesign.it o chiamando il numero 06.91934610Ti aspettiamo.

Call Now Button